Informazioni generali sui guasti del turbocompressore - AutoNorma

Che cos'è un turbocompressore?

Un turbocompressore è un dispositivo di sovralimentazione che aumenta l'efficienza e la potenza di un motore termico fornendo una maggiore pressione dell'aria alla camera di combustione. 

Questo miglioramento rispetto a un motore atmosferico è dovuto al fatto che il compressore può iniettare più d’aria nelle camere di combustione e quindi proporzionalmente più carburante, per maggiori prestazioni.

Quanto dura un turbo e come posso ottimizzarlo?

La vita di un turbo è di circa 170.000 km, a seconda dell'uso del veicolo, della regolarità della manutenzione e della qualità dell'olio. Per prolungare la durata di un turbo, la cosa più importante è rispettare gli intervalli di manutenzione e utilizzare un olio di qualità.

Il turbocompressore è più spesso danneggiato meccanicamente - l'interno del turbocompressore contiene parti rotanti che possono colpire oggetti estranei. I danni termici e la lubrificazione inadeguata sono altri problemi.

Quali cuscinetti possono sopportare velocità così elevate a temperature così elevate?

Per i camion, questi sono cuscinetti a strisciamento in lega speciale e per le automobili, esiste un cuscinetto singolo con due superfici di lavoro, che è protetto contro lo scorrimento e solo il rotore si muove.

In turbo speciali progettati per prestazioni speciali, vengono utilizzati cuscinetti a sfera, che hanno una capacità di carico maggiore e grazie alla resistenza al rotolamento hanno una risposta molto più veloce alle sollecitazioni del motore.

Il turbo diventerà rosso durante il funzionamento. L'olio motore lubrifica e raffredda il turbo. Se ci sono impurità nell'olio o non abbastanza olio, il turbo sarà danneggiato.

Che tipo di olio dovrei usare e con quale frequenza devo cambiarlo?? 

L'olio è uno dei fattori che influisce maggiormente sulla vita di un turbocompressore. È meglio usare olio semi o completamente sintetico secondo le istruzioni del produttore. La frequenza di cambio dell'olio è specifica per ciascun veicolo, raccomandata dal costruttore del veicolo.

Posso montare un turbo installato su un altro motore? 

Non è possibile se non hanno lo stesso numero OEM o il numero del produttore turbo. Sebbene i turbocompressori abbiano la stessa installazione, le loro caratteristiche possono essere diverse.

Anche se i turbocompressori lavorano sullo stesso principio, non sono tutti intercambiabili. Ci sono differenze nelle dimensioni o nelle pressioni di riempimento, nel metodo di controllo (elettronico/meccanico). Le turbine sono talvolta assemblate in serie. Quando si sceglie un turbo, fare riferimento al numero di prodotto, numeri intercambiabili. Se non sei sicuro, chiama il nostro supporto clienti.

 

Il motore passa in modalità emergenza, il guasto si perde allo spegnimento dell'accensione. Il turbo può essere la causa?

Il più delle volte, al 95%, c'è un problema nel turbo, il che significa che la turbina non funziona correttamente: la centralina pone automaticamente il veicolo in modalità emergenza.

Per eliminare questo difetto sono essenziali lo smontaggio e il ricondizionamento della turbina.

L'interno di qualsiasi turbocompressore è naturalmente oleoso perché è lubrificato e raffreddato dall'olio motore. Nella foto si vede un turbo che è stato usato in un'auto che non aveva cambiato l'olio motore da molto tempo. Il turbocompressore diventa molto caldo durante il suo funzionamento, poiché i componenti interni ruotano ad alta velocità. Lo sporco dell'olio si è attaccato alla superficie del turbo, che si è guastato a causa di una lubrificazione e un raffreddamento inadeguati.

Perché è importante bilanciare il turbocompressore?

La turbina di un turbo ruota a più di 100.000 giri/min., senza un preciso bilanciamento, ci sarebbero vibrazioni che ridurrebbero notevolmente la vita del turbo.

Bilanciamo i nostri turbocompressori su macchine CIMAT. Un turbo mal bilanciato ha una vita utile molto ridotta, è rumoroso e può gripparsi rapidamente. Le vibrazioni si generano quando il turbo è sbilanciato, il che danneggia i cuscinetti del turbo.

Fumo nero

Il fumo nero può essere visto su motori turbo diesel riprogrammati. Tuttavia, questo fenomeno potrebbe non indicare un malfunzionamento, ma semplicemente indicare che la miscela durante un forte carico di accelerazione è estremamente ricca. La ricchezza della miscela in queste condizioni significa che una parte del carburante iniettato nelle testate non può essere consumato ed è quindi espulso dallo scarico.

Tuttavia, come parte di un motore originale, il fumo nero può anche essere dovuto a un iniettore difettoso, un tubo di ritorno del carburante intasato o un regolatore di pressione difettoso.

Fumo bianco

Il fumo bianco può essere causato da due fenomeni. Il primo è che il vapore acqueo viene rimosso dall’impianto di scarico quale viene generato riscaldando l'umidità nell'aria condensata sulle pareti del tubo di scarico. Questo è un fenomeno comune quando un veicolo viene riposto all'aperto o non è stato avviato per un lungo periodo e la condensa ha avuto il tempo di formarsi sulle pareti dell’impianto di scarico.

Un'altra possibilità, molto più seria, può indicare che il motore sta consumando acqua dal sistema di raffreddamento. Qui è generalmente una guarnizione della testata incrinata. Un intervento con tuo meccanico è urgente.

Fumo bluastro

Il fumo bluastro può significare un problema con il turbocompressore. Al minimo, l'olio entra nell'aspirazione e nel radiatore attraverso il turbocompressore quale lo brucia improvvisamente nel motore dopo l'accelerazione.